martedì 26 gennaio 2010

CI PRESENTIAMO .....



Come si fà a coniugare amicizia, passione, pazienza e sogni in comune?
Si apre un blog insieme!
Signori e signore, la Barbara&Barbara Production è lieta di presentarvi questo spazio nuovo di zecca, lieta di poter condividere con voi le sue produzioni.
Già…. siamo due sferruzzatici impunite (una patita dei ferri in bamboo e l’altra dei ferri in ottone nikelato ) che negli ultimi tempi hanno riscoperto il piacere di maneggiare lana, ferri, cotone, lino e uncinetti e siccome abbiamo notato che questo nostro “vizio” sta prendendo piede anche in Italia dopo tanti anni di silenzioso sonno, siamo andate un po’ in giro a curiosare.
Lo scenario che ci si è presentato non è stato molto confortante: poche riviste, pochi schemi on-line, modelli per niente appetibili, per non parlare della reperibilità delle materie prime e delle attrezzature che esulino dal minimo sindacale.
Mentre abbiamo scoperto un ricchissimo mondo soffice, caldo e laboriosissimo al di là dei nostri confini. Il problema pero’ stà proprio nell’accedervi. Infatti bisogna necessariamente avere molta dimestichezza con la lingua inglese, con i vari metodi di pagamento, con valute, con carte prepagate e con le difficoltà che le spedizioni internazionali possono creare: tempi molto lunghi e pacchi che non arrivano!

Allora ci siamo chieste perché non far nascere una piccola parentesi dove poter condividere con altre persone cio’ che creiamo con tanta pazienza nonostante le nostre cervicali , i lavori ufficiali, i gatti , le pappagalle e le case da mandare avanti che reclamano la nostra attenzione?

Così è nato Knittiland, il paese dove i sogni riposano su nuvole di morbida lana……….

Stiamo anche collaborando con un gruppo di “italian knitters” per dirla alla internazionale o di “amiche di maglia” per dirla alla paesana che fanno parte dell’enorme mondo di Ravery. Potete anche trovare i nostri profili qui di fianco dove potete vedere le nostre “creature”!

Speriamo di essere utili a molte che come noi si sono trovate spaesate e orfane di questo mondo infinitamente morbido, caldo, confortevole, rilassante e inaspettatamente vasto che puo’ offrire davvero tanto.

…E poi chissà….che i sogni, in questo mondo parallelo, non possano diventare realtà